EVENTI – Sesta edizione di Matching: “Conoscere per crescere – To know, to grow”

Torna l’appuntamento promosso dalla Compagnia delle Opere e pensato per sviluppare relazioni commerciali tra diversi interlocutori imprenditoriali

Fiera Milano Rho ospiterà, dal 22 al 24 novembre 2010 la sesta edizione di Matching, l’evento dal titolo “Conoscere per crescere – To know, to grow”, organizzato dalla Compagnia delle Opere per sviluppare relazioni di business tra differenti realtà imprenditoriali e tra queste e poli di ricerca votati all’innovazione. Il titolo, spiegano i promotori, “intende individuare un dato fondamentale della cultura imprenditoriale: la conoscenza, che abbraccia tutto ciò che riguarda la vita e lo sviluppo dell’impresa”; conoscenza “del mercato, delle opportunità che offre, di altre imprese come possibili clienti, fornitori o partner”.

Alla base dell’evento vi è la programmazione di incontri fra i partecipanti: le aziende che aderiscono si iscrivono al portale www.e-matching.it, descrivendo la propria attività e le proprie esigenze, i prodotti, i servizi e i vantaggi delle proprie offerte. Da questa descrizione emergono il profilo e le prospettive di mercato di ciacuna azienda, che definiscono le opportunità di incontro e di business. È, infatti, proprio dall’incrocio dei dati forniti da tutti gli iscritti che si ottiene un’agenda di appuntamenti personalizzata per ogni azienda partecipante.

L’intenzione è, quindi, quella di congiungere potenziali interlocutori commerciali, di creare relazioni fra imprese, enti pubblici, aziende italiane o internazionali (40 i Paesi selezionati, invitati a Milano anche grazie al contributo dell’istituto nazionale per il commercio estero, con cui CDO collabora da molti anni) e gruppi non profit.
“Un’occasione unica per l’imprenditore per selezionare nuovi fornitori e conoscere potenziali clienti, guardare ai mercati, internazionalizzare la propria azienda, fare innovazione”. Un’opportunità “per costruire ulteriormente la rete tra le imprese e farla diventare la chiave di successo per superare la crisi”.

Quest’anno, per presentare l’iniziativa, la Compagnia delle Opere ha deciso di lasciare la parola, tramite brevi filmati visibili in rete sul portale CDO e sul sito di Matching, agli imprenditori che hanno partecipato alle precedenti edizioni. Nei numerosi interventi selezionati si coglie, in particolare, la forte fiducia riposta in questa innovativa filosofia, in questo fecondo approcio: Bernhard Scholz, Presidente CDO, consapevole del “grande potenziale innovativo” delle PMI italiane, considera la propria Associazione una “rete strutturata di aziende e imprenditori che hanno grande voglia di mettersi in gioco, di imparare, di cambiare”.

Si parla poi di “un sistema molto agile, molto rapido, che ci ha collegato con altre aziende a livello mondiale, con centri di ricerca”, una “vera rete di interscambio perché così come noi riceviamo, alcune volte noi diamo” (Giuseppe Zampini, AD Ansaldo Energia). “Un format innovativo con cui far dialogare il mondo dell’impresa col mondo della ricerca” (Pietro Bazzoni, AD Know net). “Un’opportunità per, innanzitutto, ricevere un feedback dal mercato, percepire dove sta andando il mondo dell’innovazione che ci riguarda, soprattutto capire che logiche collaborative e che partenariati si possono mettere in atto” (Nicola Farronato, Phema EG Group). Uno strumento attraverso il quale “noi possiamo dare un nostro piccolo contributo che, amplificato dalle grandi aziende, può diventare significativo in un contesto competitivo come sono i mercati di oggi” (Gianluca Di Buò R&D Idea). Sergio De Luca (AD Ansaldo STS) sottolinea, inoltre, come l’innovazione sia “un elemento decisivo nella competizione internazionale”, concetto ribadito e rafforzato da Giancarlo Grasso (AD Selex Communications), secondo il quale “innovare non è un lusso, è una necessità: bisogna innovare – virgolette – bene, far le scelte giuste, essere aggiornati, avere una rete che ti consenta di capire quella che è l’evoluzione”.

Nel settore della ricerca e innovazione è fondamentale – ricorda, infine, Valter Songioni (Marketing & External Relations Manager, Sardegna Ricerche) – che ci sia un’azione concertata tra l’università e gli altri centri di ricerca, le istituzioni pubbliche e il mondo delle imprese”.

Data evento: 22 novembre 2010
Località evento: Rho – Strada Statale del Sempione, 28
Regione: Lombardia

Link ufficiale dell’evento: http://www.e-matching.it/cdo/common/faq/faq.seam

Pubblicato su: pmi-dome

EVENTI – Primo Forum CSR Anima

L’associazione non profit promossa dall’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma organizza un momento di incontro su“Responsabilità d’impresa e competitività”

Si terrà il 18 novembre prossimo alle ore 14.30, presso l’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma, Sala Abete, via Andrea Noale 206 e avrà lo scopo di diffondere una precisa cultura imprenditoriale votata alla Responsabilità Sociale: stiamo parlando del primo Forum CSR (Corporate Social Responsibility), dal titolo “Responsabilità d’impresa e competitività”.

Ciò che Anima, promotrice dell’evento, cercherà di fare, sarà porre l’attenzione sul vantaggio competitivo che particolari comportamenti sostenibili possono dare alle imprese, soprattutto a quelle di dimensioni piccole o medie.

Nata nel 2001 e voluta proprio dall’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma, “Anima per il sociale nei valori d’impresa” rappresenta un’associazione non profit che unisce manager e aziende con la volontà di diffondere una nuova cultura imprenditoriale, capace, cioè, di coniugare il profitto e lo sviluppo economico con il benessere per la comunità.
Un soggetto, quindi, capace di facilitare – leggiamo nel sito di riferimento – “l’incontro delle aziende profit con l’impegno sociale”, sviluppando “le proprie iniziative attraverso attività dirette al territorio, concentrandosi sulla triangolazione tra istituzioni, imprese e terzo settore e sul ruolo di mediatore culturale” tra le imprese e i diversi stakeholders. “Un club di eccellenze”, un “luogo di virtuoso interscambio tra le esperienze progettuali della grande azienda e l’attenzione al territorio tipica di molte piccole e medie realtà imprenditoriali”.

Apriranno l’incontro Sabrina Florio, Presidente Anima e Coordinatore Forum Territoriali Commissione Cultura di Confindustria, Vincenzo Boccia, Presidente Piccola Industria di Confindustria e Aurelio Regina, Presidente Unione degli Industriali e delle imprese di Roma.

Verrà poi presentato il quadro di riferimento sulla Responsabilità Sociale d’Impresa applicata alle PMI, quadro che dovrebbe sollecitare le imprese nel comprendere e valorizzare tale dimensione sociale all’interno della propria attività aziendale. Seguiranno studi di settore e un’analisi di best practice, nel corso della quale saranno riportate alcune testimonianze di PMI che hanno utilizzato la RSI come leva di competitivita?. Un nuovo progetto definito “Indicatori di sostenibilità per le PMI” verrà, infine, presentato da Marina Migliorato, Responsabile CSR Lab Commissione Cultura di Confindustria e Responsabile CSR e Rapporti con le Associazioni di Enel. A moderare l’intero dibattito sarà Giuseppe De Filippi.

Data evento: 18 novembre 2010
Località evento: Roma – via Andrea Noale 206
Regione: Lazio

Link ufficiale dell’evento: http://www.animaroma.it/web/strillo.asp?idStrillo=9

Pubblicato su: pmi-dome

EVENTI – Robotica 2010 quest’anno sarà più business oriented

Torna la rassegna italiana dedicata al mondo dei robot umanoidi e dei service robot, con l’intento di mettere in relazione tra loro ricercatori, imprenditori e istituzioni finanziarie

Dal 17 al 19 novembre prenderà il via, presso la Fiera di Milano Rho, Robotica 2010, seconda edizione dell’unica rassegna italiana interamente dedicata al mondo dei robot umanoidi e dei service robot. Nato con l’intenzione di mettere in comunicazione tra loro differenti soggetti operanti nel settore e decisi a comprenderne le prospettive commerciali, l’evento viene presentato dai suoi promotori come un momento di “grande sinergia fra ricerca scientifica, industria e innovazione tecnologica, chiave per uno sviluppo industriale ed economico reale e dotato di solide radici”.

Anche in questa seconda edizione continueremo sulla strada che, primi in Italia, abbiamo intrapreso lo scorso anno”, sottolinea Marco Pinetti, Presidente di ArtEnergy Publishing, la società che organizza l’evento. “Robotica 2010 sarà pertanto ancora una volta dedicata a un’innovativa serie di prodotti al servizio dell’uomo e della qualità della vita, i robot cosiddetti non-manufacturing o service robot, macchine automatizzate che si prestano a diversi impieghi, da quelli per il tempo libero e l’entertainment all’uso educativo, dalle applicazioni domestiche a quelle nel settore medico e nelle situazioni di pericolo. Coniugando, secondo la formula che abbiamo sperimentato con successo nel corso della prima edizione della rassegna, l’aspetto ludico a quello scientifico”.

Rispetto all’edizione precedente, tuttavia, Robotica 2010 avrà un format più spiccatamente business oriented, poiché si è partiti “dalla convinzione che la robotica umanoide e di servizio stia passando dalla fase prototipale e di ricerca a quella dell’industrializzazione e del mercato”, spiega ancora Pinetti. “Forse ci vorranno ancora anni, ma il nostro tentativo è quello di cominciare a mettere in relazione ricercatori, imprenditori e istituzioni finanziarie per capire quali saranno i primi ambiti di applicazione delle numerose ricerche in atto e quali saranno le prospettive industriali e commerciali di un settore che si prospetta molto promettente”.

Robotica 2010 non vuole essere una Disneyland dei robot”, precisa Roberto Bombonati, Project Manager della rassegna, “quanto piuttosto mettere in mostra le applicazioni concrete della robotica, in un ottica tipicamente business to business. Fondamentalmente, la manifestazione sarà una piazza, un luogo d’incontro tra aziende e ricercatori che operano in questo settore di frontiera, ancora in larga parte da inventare”.

Quello della robotica rappresenta, è utile ricordarlo, un ambito considerato piuttosto promettente, seppur “ancora in larga parte da inventare”, in continua evoluzione. Nell’ultimo decennio, numerosi sono stati i passi avanti compiuti, ad esempio nel campo della sensoristica e della computer vision. Sempre più invasiva si è fatta la presenza di robot in campo medico, nell’esplorazione spaziale e, nell’uso personale-domestico (i cosiddetti “robot pulitori”). Stando al rapporto “World Robotics 2009 Service Robots”, pubblicato dal dipartimento statistico dell’IFR (International Federation of Robotics), nel quadriennio 2009-2012 saranno circa 49.000 i nuovi robot utilizzati per uso professionale e le applicazioni maggiormente in crescita saranno quelle per la difesa, il soccorso e la sicurezza, per l’uso agricolo e zootecnico e per la logistica.

A conferma del crescente interesse verso tale ambito, le realtà del mondo scientifico e accademico coinvolte in questa seconda edizione si sono notevolmente arricchite, con l’ingresso, tra le altre, della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e della Divisione di Robotica dell’Enea. Al Comitato scientifico della manifestazione si sono aggiunte cinque prestigiose personalità (passando da sette a dodici) che rappresentano l’eccellenza nazionale del settore, e, accanto alle tradizionali aree espositiva e demo, è stata posta particolare attenzione ai convegni e ai workshop (8 sessioni, circa 50 fra relatori ed esperti coinvolti). Si è cercato, inoltre, di favorire dei momenti d’incontro B2B volti a promuovere iniziative di trasferimento tecnologico e di supporto alla competitività, e si è inteso mettere a confronto “il mondo della ricerca avanzata e delle spin-off accademico-universitarie con quello delle imprese, della ricerca industriale e della didattica”.

Numerose saranno le novità e le attrattive che verranno presentate in tale cornice. Ad esempio il robot spazzino Dustbot, un sistema robotico per la raccolta differenziata, creato da ARTS Lab, che rappresenta la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. HydroNet, robot “galleggiante” frutto di un progetto di ricerca europeo sulle nuove tecnologie per il monitoraggio delle acque superficiali e la prevenzione dell’inquinamento marino. Le capsule endoscopiche del Progetto Vector (Versatile Endoscopic Capsule for gastrointestinal TumOr Recognition and therapy), con l’obiettivo di eliminare i tumori gastrointestinali attraverso la diagnosi medica preventiva.

Robotica 2010, infine, garantirà forti sinergie con i paralleli saloni presenti a Milano Fiera in quei giorni: HTE-hi.tech.expo, la terza edizione del salone delle tecnologie innovative, EIV, la prima mostra-convegno per l’industria dei veicoli e dei trasporti elettrici e intelligenti, WEM EXPO, prima fiera internazionale dell’industria manifatturiera degli avvolgimenti, dell’isolamento e dei motori elettrici. Questi eventi si svolgeranno complessivamente su una superficie espositiva di oltre 10.000 metri quadri, con la partecipazione di 140 espositori provenienti da 18 Paesi.

Data evento: 17 novembre 2010
Località evento: Rho – Strada Statale del Sempione, 28
Regione: Lombardia

Link ufficiale dell’evento: http://www.fieramilano.it/portal/page?_pageid=36,1,36_64507&_dad=portal&_schema=PORTAL

Pubblicato su: pmi-dome