Accesso al credito: le PMI dichiarano un miglioramento delle condizioni

Stando all’ultima indagine condotta dalla Banca Centrale Europea sarebbero in aumento le piccole e medie imprese che, aventi sede nel territorio di circolazione dell’euro, dichiarano un miglioramento sulle condizioni di accesso al credito.

Tutto ciò sarebbe possibile grazie agli sforzi congiunti di banche e istituzioni.

Immerse in un contesto di crisi economica generale, le imprese sembrano volerne uscire tramite il ricorso ad investimenti e, quindi, a finanziamenti, che permettano di consolidare il proprio patrimonio aziendale o di rilanciare e riposizionare la propria realtà aziendale.

L’analisi si è basata su 5.3123 piccole e medie imprese, ha preso a riferimento il periodo compreso tra il 27 agosto e il 22 settembre 2010, e ha inteso registrare le variazioni rispetto alla precedente analisi che copriva l’intervallo temporale che va da ottobre 2009 a marzo 2010.

Ciò che è emerso, in particolare, è un incremento di due punti percentuali (da 10 a 12%) nel numero di piccole e medie imprese che segnalano dei miglioramenti nell’accesso al credito bancario. Contemporaneamente, correlato a tale consapevolezza, si evidenzia un dimezzamento nella percentuale di imprese che parlano di peggioramento nelle condizioni di accesso (dal 42% sono passate al 24%).

Confermando un dato emerso nella precedente analisi, le aziende dell’UE si dichiarano dipendenti da finanziamenti e agevolazioni per l’accesso al credito: la domanda di credito rimane, infatti, “sostanzialmente invariata”, spiega la Bce, e la percentuale di Pmi che chiedono un aumento nell’ammontare dei prestiti sale del 3% rispetto al 16% del periodo precedente.
A titolo di confronto, sono stati analizzati anche i dati riferiti alle realtà imprenditoriali di grandi dimensioni, nelle quali il numero di richieste di credito andate a buon fine è rimasto sostanzialmente identico e ad alti livelli, sottolineando una situazione finanziaria complessiva che sembra voler mostrare chiari margini di miglioramento.

Pubblicato su: pmi-dome