Gael Garcìa Bernal e Diego Luna di nuovo insieme in Casa de mi padre

La coppia cinematografica messicana torna sul grande schermo con un film diretto da Matt Piedmont, che “farà il verso” alle telenovelas

Dopo averci colpito in Y tu mamà tambièn, dopo averci fatto divertire in Rudo y Cursi, torna, con un altro film di ambientazione messicana, l’affiatata coppia Gael Garcìa Bernal e Diego Luna.

Stiamo parlando di Casa de mi padre, commedia diretta da Matt Piedmont, recitata in lingua spagnola e che negli Usa dovrebbe essere distribuita con sottotitoli in inglese. L’intenzione sembra essere quella di “fare il verso” allo stile melodrammatico e talvolta esasperato delle telenovelas, genere di consumo che ha visto il Messico come culla della sua nascita e come centro di diffusione internazionale.

Non sono stati ancora resi noti i particolari relativi alla trama, tuttavia molti sono i volti noti che prenderanno parte alla pellicola: Will Ferrell (dal 26 novembre nelle sale italiane con I poliziotti di riserva), che è anche produttore del progetto, Genesis Rodriguez (serie tv Entourage), Pedro Armendariz Jr. (La leggenda di Zorro), Hector Jimenez (Epic Movie) e Adrian Martinez (Kick-Ass). Stando ad alcune indiscrezioni apparse su Empire, pare che Bernal sarà un amico di famiglia di Ferrell, mentre Luna dovrebbe interpretare suo fratello; la bella Rodriguez avrebbe invece accettato di interpretare la parte di una donna che fa innamorare Ferrell.

Dopo un periodo di poca visibilità per Luna (la sua ultima apparizione risale a Milk di Gus Van Sant), che si è dedicato al dietro le quinte nella direzione di Abel e di Revoluciòn – film corale che ha visto la direzione anche di Bernal – i fan potranno finalmente rivederlo in un ruolo che in qualche modo evidenzierà fino all’eccesso le sue origini messicane. In attesa di conoscere gli ulteriore dettagli, possiamo ammirare invece Bernal nelle sale italiane con Letters to Juliet (nella foto un frame del film), al fianco di Amanda Seyfried.

Pubblicato su: bestmovie

Al via le riprese dell’adattamento di Bar Sport

Massimo Martelli dirigerà la versione per il grande schermo di un capolavoro della letteratura comica italiana, Bar sport, di Stefano Benni

Sono iniziate a Sant’Agata Bolognese le riprese per la trasposizione cinematografica del fortunatissimo (un milione e mezzo di copie vendute) libro d’esordio di Stefano Benni: pubblicato presso la Mondadori nel 1976, Bar Sport ha sancito la fama letteraria e la visibilità artistica del rivoluzionario “LupoBenni, in un periodo storico in cui – come lui stesso ha in più occasioni sottolineato – praticare la tonalità del comico e applicarla ad un settore “serio” come quello dei libri, era qualcosa di abbastanza anomalo, quasi eroico, che faceva rabbrividire il rigoroso ambito accademico.

La regia è affidata a Massimo Martelli (Per non dimenticare), che, assieme a Nicola Alvau, Giannandrea Pecorelli (produttore del film, lo stesso di Notte prima degli esami e di Questo piccolo grande amore) e Michele Pellegrini, firma anche la sceneggiatura.

Per Benni il bar rappresenta un luogo prediletto di narrazione, nel quale le persone si incontrano, raccontano ed esprimono la propria più autentica indole, fatta di estremismi, di luoghi comuni e di risate talvolta amare.

I suoi personaggi sono spesso delle macchiette, altre volte sono frutto di fantasia e finzione, ma rimangono comunque sempre dei simulacri delineati da una penna audace al puro scopo di cogliere le numerose pieghe dell’animo umano. Essi, proprio per questo, non possono non incuriosirci, farci sorridere e – perché no? – emozionarci.

Eco allora un catalogo di “eroi” della provincia: il tennico (Claudio Bisio), il proprietario del Bar (Giuseppe Battiston), Muzzi (Antonio Catania), Cocosecco (Bob Messini), Bovinelli (Antonio Cornacchione), Angela (Angela Finocchiaro), Lunetta (Lunetta Savino), l’immancabile playboy (Teo Teocoli), Pinotti (Gianluca Impastato), Poluzzi (Alessandro Giampaoli), il geometra Buzzi (Vito), Elvira Lire Tremila (Roberta Lena)…

Gli stessi oggetti si fanno, con Benni, quasi animati, assumendo dignità di protagonisti ed entrando, di fatto, nella leggenda: il flipper, il telefono a gettoni, il calcio balilla, il biliardo…ma soprattutto la mitica Luisona, la “decana delle paste”, destinata dal 1959 a rimanere in perenne esposizione al banco, finché non incontrerà un curioso consumatore milanese, il cui interprete nel film è ancora tenuto sapientemente nascosto.

Eppure Bar Sport non è certo il libro che Benni considera tra i suoi più riusciti, al contrario esso peccherebbe, a suo dire, di un umorismo eccessivamente semplice e meccanico, rientrante, ciononostante, nel suo personale viaggio di esplorazione delle molteplici tinte che l’umorismo può avere, dalle più calde alle più fredde.

Chissà se Martelli proporrà questa stessa semplicità nella propria tecnica direttiva, ricercando il comico nel puro meccanismo narrativo, o se si discosterà dal primo Benni, approdando alla comicità più sotterranea del Benni “maturo”…come si dice in questi casi: chi vivrà vedrà!

Pubblicato su: bestmovie

Johnny Depp vs Brad Pitt in Nemesis?

Queste le proposte di Mark Millar per i protagonisti della versione cinematografica, diretta da Tony Scott, della sua ultima, innovativa e spregiudicata graphic novel

Dopo Wanted e di Kick-ass – film, quest’ultimo, che ancora non ha trovato un canale distributivo in Italia – Mark Millar potrà vedere un altro suo innovativo lavoro tradursi in fotogrammi per il grande schermo. Stiamo parlando di Nemesis, la graphic novel disegnata da Steve McNiven, pubblicata a marzo dalla Icon Comics e incentrata sulla figura di un ricchissimo e geniale sociopatico, che si serve delle sue ricchezze e della sua abilità nel combattimento per distruggere i migliori poliziotti del mondo.

Quello che viene descritto è, in particolare, un viaggio all’insegna della crudeltà, dettato dalla sete di vendetta nei confronti di Blake Morrow, capo della polizia di Washington che ha assassinato i genitori del protagonista e che rappresenta il suo bersaglio finale. Una formula del tutto singolare, quindi, basata sul meccanismo particolarissimo del “what if Batman was Joker?”.

A dirigere la pellicola sarà Tony Scott (Top gun, Spy game, Déjà vu), che con la violenza recitata sembra avere già particolare confidenza e che, stando alle ultime indiscrezioni, avrebbe addossato sulle spalle del fumettista la scelta degli attori protagonisti.

Stando, infatti, a quanto è apparso su uk.imdb.com, Millar avrebbe dichiarato, in una recente intervista al programma di Richard Bacon alla BBC Radio Five Live:

«Tony Scott, il fratello di Ridley…L’ho sentito qualche tempo fa, un mese fa. È stata una di quelle cose davvero surreali: il budget sarà di 150 milioni di dollari….e lui mi ha chiesto: “quali attori ci vedresti?” Io ho risposto: “Non so, Brad PittJohnny Depp…” e lui ha detto: “Bene, li chiameremo”».

Lo stesso Millar aveva già sottolineato qualche settimana fa a empire.com il parallelo ideale tra Nemesis e Johnny Deep e tra Blake Morrow e Brad Pitt:

«Quando ho scritto il fumetto, sinceramente vedevo Johnny Depp come Nemesis. È un uomo dal volto scavato, leggermente spaventoso, una via di mezzo tra Heath Ledger e Christian Bale e la persona che potrebbe riunire entrambe le cose allo stesso tempo è Deep. Accetterebbe. Va leggermente pazzo per questi ruoli».

Parlando invece del profilo di Blake Morrow, Millar aveva in quell’occasione precisato che «dev’essere un grande poliziotto che si possa ritenere in grado di rimanere in piedi da solo in una lotta fisica. Dev’essere qualcuno che possa prendere un pugno. Non si potrebbe assumere qualcuno di troppo cerebrale. Dovrebbe essere un attore molto fisico, dovrebbe essere un Pitt. O forse anche un Liam Neeson». Non ci resta che attendere ulteriori dettagli…

Pubblicato su: bestmovie

Charisma Carpenter sfiderà la natura selvaggia in Crash Site

La bellissima Cordelia di Buffy sarà la protagonista del nuovo film di Jason Borque, le cui riprese sono iniziate da pochi giorni a Vancouver

Charisma Carpenter sembra essere finalmente pronta per il passaggio definitivo dal piccolo al grande schermo: l’affascinante Cordelia della serie televisiva Buffy l’ammazzavampiri e del suo spin-off Angel sfrutterà a pieno il successo ottenuto con l’uscita negli Stati Uniti di The Expendables – I Mercenari, il film diretto ed interpretato da Stallone – oggi in uscita nelle sale italiane – che rappresenta una sorta di tributo a diverse pellicole d’azione degli anni ottanta e nel quale l’attrice veste i panni di Lacy, fidanzata di Lee Christmas (Jason Statham).

Presto, infatti, come annunciato da Beyond Hollywood, vedremo la Carpenter alle prese con un ruolo da co-protagonista nel nuovo thriller indipendente del regista televisivo Jason Borque, le cui riprese sono iniziate qualche giorno fa a Vancouver, in Canada. Crash Site, questo il titolo scelto, narrerà la storia di una coppia che, durante una vacanza, si spinge nella boscaglia con la propria jeep, rimanendo coinvolta in un incidente. Il viaggio di ritorno verso casa sarà pieno di insidie, ferite, attacchi, prove inattese e colpi di scena, diventando quanto più emblematico dello scontro tra natura e civiltà.

Ad affiancare Charisma Carpenter, nella parte del marito, sarà Ty Olsson, saltato alla ribalta grazie ad alcune sue comparse in serie televisive (quali Men in Trees – Segnali d’amore, Battlestar Galactica e Defying Gravity – Le galassie del cuore) e film (come, ad esempio, 2012, Aliens vs. Predator 2 e Just Friends – Solo amici).

Pubblicato su: bestmovie